SoHo

SoHo

Creativo sin dal nome, SoHo è l’acronimo di “South of Houston”, per indicare il quartiere di Manhattan collocato a sud di Houston Street. Si tratta del luogo nel cuore di New York che ha saputo riconvertirsi unendo l’economia all’arte. Nessuno lo direbbe oggi, ma SoHo era fin dal 1850 una zona industriale, presidiata da edifici di ghisa. Il loro abbandono dopo la Seconda guerra mondiale suggerì ad artisti squattrinati di trasferirsi negli anni Sessanta e Settanta a vivere e lavorare nelle fabbriche e nei magazzini vuoti. Grazie a questa migrazione culturale, gli immobili vennero via via ristrutturati e enormemente abbelliti; e, a poco a poco, accanto ai loft aprirono le prime gallerie d’arte. Oggi SoHo rimane sede di molte gallerie e di negozi d’antiquariato di alto livello; studenti e giovani artisti ne frequentano i locali alternativi e spesso compaiono divi del cinema e della televisione, che qui hanno casa. A questo clima, allo stesso tempo pittoresco ed effervescente, è ispirata “SoHo”, la collezione di tendenza dalle note bohémien, capace di trasformare l’abitazione in un suggestivo scrigno d’arte. Il processo produttivo manuale assicura infatti che nessun vaso di Pot à Porter sia uguale a un altro, rendendo ciascuno di essi un pezzo unico da esposizione.